118, Bond: Riconoscere la professione di ‘autista-soccorritore’

“Il nostro servizio sanitario nazionale sconta purtroppo anni di tagli di risorse finanziaArie, con conseguenze negative dal punto di vista della quantità e della qualità dei servizi sanitari pubblici offerti ai cittadini. Eppure l’emergenza che abbiamo vissuto dovrebbe insegnarci a comprendere quanto alcune figure siano fondamentali per il nostro Paese, a garanzia e tutela della salute di tutti noi. Una di queste è quella dell’’autista-soccorritore’, riconosciuto a livello professionale in ambito europeo ed extra europeo ma non in Italia, fatta eccezione per alcune realtà in cui è operante solo in virtù di leggi regionali.

L’attività di coloro che prestano servizio come autisti per il 118 andrebbe non solo regolamentata ma implementata, prevedendo anche una formazione ed una certificazione adeguate al delicato compito che gli viene chiesto. E’ giusto e doveroso che il Governo si impegni per il riconoscimento della figura professionale dell’autista soccorritore, come ho chiesto allaCamera questa settimana con il mio Ordine del Giorno”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi