Bond: Morra subito a casa, parole irrispettose delle istituzioni e dell’essere umano

“I calabresi avrebbero sbagliato a scegliere Jole Santelli come presidente perche’ malata? No, lo sbaglio e’ di chi ha pronunciato queste parole. Amare, tristi, imbarazzanti, che calpestano la dignita’ e pure l’etica pubblica.

Perche’ se solo pensarle sarebbe una vergogna per qualsiasi essere umano ancora di piu’ non possiamo accettare che a pronunciarle sia una persona come Nicola Morra che riveste anche un ruolo pubblico, istituzionale. Inaccettabile. Un tempo, l’essere contava piu’ dell’apparire e fare politica significava anche senso di responsabilita’ e dignita’; erano necessari valori morali e comportamenti rispettosi della carica pubblica che si andava a ricoprire. E ora noi dovremmo rassegnarci ad un presidente della Commissione parlamentare Antimafia che specula addirittura sulle fragilita’ delle persone, si erge a giudice e che ritiene morta una persona malata ancor prima che questo avvenga? Dove sono finiti lo ‘spirito di servizio’, il senso dello Stato, il rispetto delle istituzioni e soprattutto il rispetto per i cittadini, tutti? Morra deve tornare a casa, subito!”

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie cliccando su "Accetto" permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi