#Manovra, @RenatoBrunetta: Con #bocciatura Italia sotto controllo diretto #Troika

“Ora, purtroppo, è ufficiale. Come avevamo ampiamente previsto, la Commissione Europea ha bocciato la legge di bilancio per il 2019 presentata dal Governo Conte e fatto il primo passo per l’apertura formale di una procedura per debito eccessivo contro l’Italia.

È la prima volta che questa procedura, la più pesante tra tutte le procedure che possono essere aperte, viene applicata nei confronti di uno Stato membro. Ora per gli italiani arriveranno tempi molto duri.

Il nostro Paese, infatti, verrà messo sotto il controllo diretto della Troika, che imporrà misure draconiane fatte di manovre correttive da circa 20 miliardi di euro l’anno per un almeno cinque anni. Arriveranno gli osservatori che monitoreranno attentamente il rispetto del piano di rientro dell’Italia dal debito che priverà non solo questo Governo, ma anche i successivi, di qualsiasi libertà di scegliere le proprie politiche economiche.

La decisione ufficiale ora spetta direttamente al Consiglio Europeo, sulla base delle raccomandazioni della Commissione, sentiti i responsabili del Tesoro degli Stati membri. L’apertura ufficiale della procedura potrebbe arrivare quindi nell’Ecofin del 22 gennaio prossimo, quando i rappresentanti europei accoglieranno le raccomandazioni all’Italia e la procedura sarà resa operativa.

Nel caso l’Italia non si adeguasse al piano di rientro dal debito eccessivo scatterebbero poi le sanzioni previste dai Trattati, che possono andare dal deposito pari allo 0,2% del Pil al divieto di accesso ai fondi europei e a quelli della Banca Europea degli Investimenti.

Il giudizio più pesante sarà però sempre quello dei mercati finanziari, che dovranno decidere se punire ulteriormente un Paese ormai nelle mani delle istituzioni europee”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi