Venezuela, Gardini: Eurocamera dà voce a donne in esilio

‘Drammatiche testimonianze che confermano situazione disperata’

Le drammatiche condizioni delle donne venezuelane in esilio è stato il tema al centro dell’incontro dal titolo ‘Donne di bandiera, la libertà scritta al femminile’, organizzato oggi al Parlamento europeo dall’europarlamentare Elisabetta Gardini (Fi-Ppe).

“L’incontro ha dato voce, all’interno del Parlamento Europeo, a tante donne che vivono oggi in esilio, lontano dalla loro terra, perché il loro Paese è schiacciato da un regime feroce che ha il volto di Maduro – ha detto Gardini -. Oggi vivono in Italia, in Germania, in Svezia, in Spagna… ma sognano di tornare a casa in un Venezuela finalmente libero. Le loro drammatiche testimonianze confermano la situazione disperata che sta vivendo oggi il popolo venezuelano”.

Nel corso dell’incontro è stata presentata la Feav, Federazione Europea delle Associazioni Venezuelane, che oggi firma il suo atto costitutivo. “Si uniscono nella Feav tutte le associazioni che lavorano per aiutare i cittadini venezuelani nel loro Paese, ad esempio mandando medicinali, ma anche i venezuelani esuli in Europa”.

Gardini ha poi annunciato di avere “presentato un’interrogazione alla Commissione”, spiegando che “molti venezuelani scappano verso le Antille Olandesi, in particolare verso le isole di Aruba e Curaçao e “ci è giunta notizia che molti troverebbero la morte in mare nel tentativo di raggiungerle. Vengono inoltre denunciate le condizioni in cui queste persone verrebbero trattate e addirittura detenute una volta giunte in queste isole. Per questo è urgente che la Commissione verifichi ed eventualmente intervenga per tutelare i diritti di questi cittadini”, ha concluso.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi