Fisco, Brunetta: Pressione fiscale su imprese è salita sopra soglia 50%

“Gli effetti collaterali della costosissima politica assistenzialista del Governo gialloverde cominciano finalmente a farsi vedere. Un recente rapporto dello studio internazionale DLA Piper ha calcolato che, per effetto dell’ultima Legge di Bilancio, il peso del fisco sulle imprese è già risalito sopra la soglia del 50%, una percentuale tra le più alte al mondo.

Inoltre, la pressione fiscale rischia di aumentare ancora notevolmente nei prossimi mesi. L’abolizione o la riduzione di misure agevolative pro-crescita introdotte dai precedenti governi come l’Aiuto alla Crescita Economica (ACE), l’iper e super ammortamento e il patent box, infatti, creeranno un nuovo aggravio fiscale proprio sulle imprese, che sono tra le componenti della società che dovranno sopportare maggiormente i costi necessari per finanziare il reddito di cittadinanza e la quota 100.

Le misure agevolative abolite avevano sicuramente creato un forte incentivo per le imprese ad investire in beni strumentali (iper e super ammortamento), nella proprietà intellettuale (patent box) e a finanziarsi attraverso il canale dell’equity anziché del debito, risolvendo un atavico problema della finanza d’impresa italiana, quello dell’eccessiva dipendenza dal finanziamento bancario.

Senza di queste, le imprese saranno così costrette a ridurre di nuovo questi investimenti, i più importanti, tra le altre cose, per rimanere al passo con le imprese internazionali in una economia globale”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi