Banche, Brunetta e Zanettin: Governo specula su truffati per ragioni elettorali

‘Ormai è chiaro perché il Fondo indennizzo risparmiatori è finito in un binario morto. Lo hanno spiegato bene ieri i vicepremier Di Maio e Salvini. Le nuove norme dovranno essere concordate con ‘tutti i risparmiatori’. Come nel gioco dell’oca, siamo dunque ritornati al punto di partenza. È noto che le diverse associazioni di risparmiatori da tempo hanno opinioni divergenti, probabilmente insanabili. Le due associazioni, ‘Noi che credevamo nella Banca Popolare di Vicenza’ di Luigi Ugone e ‘Coordinamento Don Torta’ rappresentata dall’avvocato Andrea Arman, già candidato con il M5S alle scorse politiche, hanno posto un veto e così il governo ha bloccato tutto.

Ormai è chiaro che la maggioranza gialloverde non è minimamente interessata alla sorte delle decine di migliaia di risparmiatori, traditi dalle banche, ma solo ad una spregiudicata speculazione politica in vista delle elezioni europee”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi