Editoria, Milanato: Gravissimo errore chiudere Radio Radicale

“La volontà di chiudere Radio Radicale, come annunciato dal sottosegretario Crimi, rappresenta un vero atto di censura.

E’ evidente che una informazione libera, corretta, neutrale e indipendente non piace a questo governo: ma quella di Radio Radicale è una voce che non può essere messa a tacere. La radio fornisce da tanti anni un puntuale servizio pubblico e permette agli italiani di conoscere, senza filtri, quello che avviene nelle aule del Parlamento, in quelle di giustizia e nelle piazze d’Italia, accompagnando e favorendo la crescita democratica del nostro Paese. Il governo ci ripensi, la chiusura di Radio Radicale sarebbe un vulnus gravissimo al diritto di informazione degli italiani.

Il governo giallo-verde predica bene, ma razzola malissimo: da che volevano aprire la scatoletta di tonno, ora la sigillano definitivamente”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi