Infrastrutture, Bond: Zaia decida, avanti tutta con Venezia-Monaco

“Per intensificare le opere viarie in Veneto, un giorno si parla di varianti e un altro si apre addirittura all’asse Venezia-Monaco.

Bisognerebbe essere più concreti e incisivi per avviare un ragionamento a partire dall’Austria, i nostri vicini di casa, per decidere in via definita di avviare l’infrastruttura sulla quale c’è un forte interesse anche oltre i nostri confini.

Ovviamente la Venezia-Monaco rappresenterebbe un’arteria maggiormente strategica che si porrebbe quale alternativa alla realizzazione della terza corsia sulla A22. Inoltre, come confermato anche dalla Cisl, favorevole all’opera, per la progettazione di questa infrastruttura è possibile accedere ai fondi europei per ben 60 mln di euro”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi