Manovra, Brunetta: in arrivo una stangata da 65 mld

In legge di bilancio maxi manovra restrittiva

“La bonaccia che soffia sui rendimenti dei titoli di Stato italiani e sullo spread non deve trarre in inganno. La riduzione dello spread, infatti, è dovuta sia alla decisione della Banca Centrale Europea di proseguire nel suo percorso di allentamento monetario, magari con un nuovo round di acquisto di titoli di Stato, sia alla decisione del Governo giallo-verde di effettuare la manovra correttiva da 7,5 miliardi di euro imposta dalla Commissione Europea, come primo passo del commissariamento de facto al quale l’Italia è soggetta.

I problemi, sul versante dei conti pubblici, sono quindi tutt’altro che risolti. La prossima Legge di bilancio, infatti, obbligherà il Governo ad effettuare una maxi manovra restrittiva, che si risolverà nei prossimi tre anni, secondo i calcoli di Unimpresa, in una stangata da 65 miliardi, con le entrate previste che passeranno da 827 a 893 miliardi, pari ad un aumento del +8,0%.

E’ questo il primo, salatissimo conto, che gli italiani dovranno pagare per effetto dell’aumento delle aliquote IVA, compreso nelle clausole di salvaguardia, che scatterà dal gennaio 2020″.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi