Autonomia, Bond: la realizzeremo in Parlamento

“L’audizione del ministro Stefani in commissione parlamentare per le Questioni regionali si è limitata a essere una semplice cronistoria di tutto quanto accaduto in materia durante la scorsa legislatura.

Lo stesso ministro ammette che c’è molto lavoro da fare e che sono moltissimi i nodi che devono essere ancora sciolti, a partire dai costi standard e da quelli specifici.

Ad oggi, insomma, la macchina dell’autonomia è ancora ferma ed è lì che attende, a causa dei tantissimi distinguo puntualmente giunti dal Movimento 5 Stelle.

A questo punto ci si aspetterebbe un colpo di reni forte da parte della Lega che dovrebbe venire in Parlamento per cercare i numeri necessari all’approvazione del regionalismo differenziato, da tempo uno dei punti chiave del centrodestra”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi