Brunetta: Non è dignitoso che il nostro Paese sia costantemente soggetto alla spada di Damocle di Europa e mercati.

“Una cosa emerge chiaramente dal giudizio di ieri di S&P, osservando anche il comportamento dei mercati finanziari, che hanno scommesso comunque su un possibile downgrade: così non si può andare avanti.

Non è dignitoso per un grande paese come l’Italia essere costantemente soggetto alla spada di Damocle dei giudizi internazionali.

Tutti gli osservatori, e noi per primi, abbiamo consigliato a Lega e Movimento Cinque Stelle di abbandonare la strada delle dannose politiche assistenzialiste, come reddito di cittadinanza e quota 100, per rivolgersi a quelle pro-crescita e a favore della riduzione del debito. L’avvertimento è arrivato forte e chiaro.

Se il Governo deciderà ancora una volta di non ascoltarlo, si dovrà prendere tutte le responsabilità delle conseguenze che arriveranno il prossimo autunno”.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie cliccando su "Accetto" permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi