Carceri, Zanettin: Ok Cartabia, punire responsabili

“Forza Italia approva toni, contenuto e conclusioni della sua relazione della ministra Cartabia. Quanto accaduto nel carcere di Santa Maria Capua Vetere non trova alcuna giustificazione e i responsabili dovranno essere individuati e puniti”.

Lo ha detto Pierantonio Zanettin intervenendo nell’Aula di Montecitorio al termine dell’informativa urgente del Ministro della Giustizia Marta Cartabia sui gravi fatti occorsi nella casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

Nelle parole della ministra, ha sottolineato, “cogliamo soprattutto una sensibilita’ sul tema che appare in netta discontinuita’ rispetto al piu’ recente passato. Infatti, dopo l’inchiesta pubblicata dal quotidiano ‘il Domani’, e la denuncia del garante dei detenuti della Campania, ho presentato gia’ il 30 settembre 2020 un atto di sindacato ispettivo sulla vicenda. A quella interpellanza il governo era venuto a rispondere qualche settimana dopo minimizzando l’accaduto. Quello che apprezziamo oggi in questo Ministro della Giustizia rispetto al suo predecessore, sul tema del carcere e’ in cambiamento a 360 gradi di approccio e sensibilita’. Nei primi tre anni di questa legislatura nel settore della giustizia abbiamo vissuto invece un periodo di oscurantismo giuridico, frutto di una concezione ‘manettara’ e giacobina. Si e’ tentato di imporre sul piano politico e normativo una visione ‘carcerocentrica’.

Sembrava che il Paese che aveva dato i natali a Cesare Beccaria e che veniva universalmente celebrato come la culla del diritto avesse tutto d’una tratto smarrito i migliori valori della propria tradizione morale e giuridica, ottenebrato da una cultura autoritaria e giustizialista”, oggi, “per fortuna, un raggio di luce e di speranza ha squarciato le tenebre nelle quali avevamo vissuto per tre anni. Il governo Draghi si pone in netta discontinuita’ con quello che lo ha preceduto. Per questo Forza Italia continuera’ a sostenere con lealta’ in vostro impegno per il rilancio del paese e per riforme ispirate ai principi fondanti della nostra costituzione”.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie cliccando su "Accetto" permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi