Coronavirus, Bond: Conte intervenga in Ue, no concorrenza sleale

“Lo sci e gli sport invernali generano un indotto che vale il 12% del Pil prodotto dal turismo italiano. Il fatturato totale supera gli 11 milioni di euro. Parliamo di cifre perché forse diventa più chiara la dimensione del problema.

Scongiuriamo la concorrenza sleale. Non avrebbe senso che le piste e gli impianti funzionassero in Austria, mentre in Italia resta tutto chiuso. Tajani chiede alla commissione europea se intende avviare una verifica e una valutazione delle diverse misure prese dagli Stati membri. E se intende predisporre linee guida e chiare regole comuni per non danneggiare le imprese e salvaguardare così l’importante settore economico degli sport invernali. Da parte mia chiedo che il governo si attivi e moduli le proprie scelte condividendo il percorso con gli altri Paesi. In modo che non siamo noi gli unici a pagare le conseguenze di una chiusura disposta solo dall’Italia, mentre nel resto d’Europa si scia”.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie cliccando su "Accetto" permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi