Coronavirus, Brunetta: Bene esortazione di Draghi

“L’Europa ha bisogno di più debito pubblico per fronteggiare questa crisi. A dirlo è stato ieri l’ex governatore della Banca Centrale Europea Mario Draghi, in un articolo pubblicato sul Financial Times. Paragonando la situazione attuale a una vera e propria ‘guerra‘, Draghi ha esortato i governi dell’Unione Europea ad aumentare il debito pubblico, per evitare che la recessione economica si trasformi in ‘depressione‘. Parole forti, soprattutto se si pensa che sono state pronunciate da chi, durante il suo mandato di banchiere centrale, ha fatto della battaglia agli eccessi di spesa e della riduzione del debito due cavalli di battaglia.

Quante volte abbiamo sentito Draghi invitare gli esecutivi nazionali, a partire da quello italiano, a prendere azioni decise per ridurre l’indebitamento nazionale tramite spending review, privatizzazioni e riforme strutturali sul mercato del lavoro e dei capitali?

Ora, lo stesso Draghi si rende conto che queste politiche economiche devono essere momentaneamente lasciate da parte, perché la situazione è eccezionale e, quindi, richiede soluzioni eccezionali. Come quella, appunto, del ricorso al debito”.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie cliccando su "Accetto" permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi