Coronavirus, Toffanin e Pichetto: Agenzia Entrate non dia interpretazioni assurde

“Se fosse vero che l’Agenzia delle Entrate non e’ disponibile a sospendere gli adempimenti fiscali per lo studio professionale che si trova chiuso per Covid, sarebbe inammissibile. Secondo l’Agenzia infatti potrebbe essere lo stesso contribuente ad espletare gli adempimenti fiscali e tributari. Una tesi assurda e completamente irreale che dimostra quanto l’Agenzia delle entrate non abbia proprio contezza della situazione che stanno vivendo i contribuenti e i liberi professionisti. In un momento di emergenza sarebbe prioritario andare incontro a chi paga le tasse e alle migliaia di commercialisti e intermediari fiscali, molti dei quali sono costretti a rallentare il lavoro a causa della diffusione del virus e per periodi di quarantena, problema per cui abbiamo provveduto a presentare un emendamento al decreto Ristori. Invece di interpretare le leggi, l’Agenzia delle entrate si rimetta al legislatore. Ci auguriamo che quanto prima venga rivisto il calendario delle scadenze per gli adempimenti fiscali in modo tale da consentire una migliore gestione dei tanti problemi generati dall’emergenza Coronavirus”.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie cliccando su "Accetto" permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi