Covid, Bond: Avviare subito sistema reclutamento infermieri

“Non possiamo permettere che l’emergenza negli ospedali continui anche dopo che il coronavirus sarà archiviato. Il sistema sanitario veneto ha bisogno di una programmazione in grado di coprire in tempi rapidi i buchi in termini di medici, infermieri e Oss. In Veneto mancano 8mila infermieri e circa 2mila operatori socio sanitari. Numeri che prescindono dal piano Covid, che prevede turni doppi e straordinari. Significa che il sistema sanitario rischia di essere messo sotto pressione non solo in ‘tempo di guerra’, ma anche in ‘tempo di pace’. Penso soprattutto alle ‘terre alte’ del Bellunese, dove le distanze chilometriche tra ospedali e piccole frazioni aumentano per le condizioni orografiche e geografiche. Serve quindi un piano per ovviare alle carenze del sistema. Da avviare subito, in modo da gestire l’emergenza Covid, ma anche per il dopo. Le carenze di oggi non possono rimanere inascoltate. Si studino nuove strategie per il reclutamento rapido di infermieri e Oss”.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie cliccando su "Accetto" permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi