DEF, Brunetta: Vero cambio di passo del governo, finalmente sprint a investimenti

“Con il Def 2021 approvato ieri in Consiglio dei ministri, su proposta del presidente Mario Draghi e del ministro Daniele Franco, il Governo esprime un deciso segnale di discontinuità rispetto al passato. L’elemento di assoluta novità nella programmazione finanziaria dell’Esecutivo è la forte preoccupazione per il rilancio dello sviluppo economico, visto come il principale antidoto in grado di contenere il rapporto deficit/Pil e mettere in sicurezza il Paese di fronte a possibili rischi di natura finanziaria. La variabile fondamentale di questo disegno sono gli investimenti, necessari non solo per far fronte al deficit di infrastrutture materiali e immateriali, ma per sostenere, con i suoi effetti moltiplicatori, la crescita del Pil”.

Lo sottolinea in una nota il ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta.

“Il finanziamento principale dei progetti già previsti dal pacchetto Next Generation Eu è dato dai fondi messi a disposizione dall’Europa. Si tratta, com’è noto, dei 191,5 miliardi iniziali tra sovvenzioni e prestiti, cui si aggiungono altri 13,5 miliardi del React Eu. Al totale di 205 miliardi, con la decisione di ieri in Consiglio dei ministri sullo scostamento di bilancio, se ne sono aggiunti altri 30, per un totale complessivo di 235 miliardi, da spendere nell’arco di cinque anni (2022-2026). In teoria, quindi, la spesa per gli investimenti potrebbe aumentare di circa 50 miliardi all’anno, per un valore pari a circa il 3% del Pil 2020.

Non tutte queste somme sono certe; la Commissione europea ha assegnato, finora, solo il 70% delle somme promesse. Il restante 30% verrà assegnato nel giugno del 2022, sulla base di parametri connessi all’evolversi della situazione economica-finanziaria di ciascun Paese. Basterebbe quindi questa circostanza per giustificare lo stanziamento aggiuntivo di 30 miliardi deciso dal Consiglio dei ministri”.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie cliccando su "Accetto" permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi