Dl Rilancio, Renato Brunetta: Intervento in aula

Dalla parte dei lavoratori, dalla parte delle imprese che vogliono ristrutturare, dalla parte del bene comune dello Stato.

“Nello spirito di massimo collaborazione con il Governo, avevo presentato un ordine del giorno, assieme al collega Musella, che prevedeva una deroga alla normativa del decreto 18/2020 e dell’art.80 del presente provvedimento (che ampliavano a 5 mesi la durata del divieto di licenziamento), una deroga a tali sacrosanti articoli, che difendevano l’occupazione e il diritto al lavoro, una deroga per quei casi in cui il datore di lavoro e il lavoratore, su base conciliativa e con l’apporto del sindacato, avevano trovato soluzioni aziendali per l’uscita dei lavoratori.

L’obiettivo era, naturalmente, stare dalla parte dei lavoratori, ma anche delle aziende, che avevano così modo di ristrutturare, ma anche stare dalla parte dello Stato, che così risparmiava l’equivalente di cassa integrazione dei 5 mesi di proroga dei licenziamenti. Ora, sulla base di questo buonsenso, e cioè che Stato, imprese e lavoratori avrebbero tratto benefici in un percorso a somma positiva, l’ordine del giorno chiedeva semplicemente un completamento normativo al fine di consentire, sempre con garanzia sindacale, la possibilità di derogare al divieto.

Ora il Governo intende dare parere negativo a tale ordine del giorno.

Siccome io non voglio e non credo sia opportuno che l’Aula si divida su un tema che invece dovrebbe unirci (la tutela dei lavoratori e delle imprese), intendo ritirarlo, però ugualmente invito il Governo a trovare una soluzione legislativa intelligente nei prossimi provvedimenti per arrivare a questo stesso obiettivo: dalla parte dei lavoratori, dalla parte delle imprese che vogliono ristrutturare, dalla parte del bene comune dello Stato”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi