Dl Semplificazioni, Caon: Punto cardine è la gestione oculata del denaro dei contribuenti

“La semplificazione della Pubblica Amministrazione deve passare attraverso la gestione oculata del denaro dei contribuenti. Questo deve essere il punto cardine, altrimenti i sobri continueranno a pagare per i conti degli ubriachi. Oggi lo Stato italiano è diventato un Moloch, dove il punto focale della finanza statale è quello di ottenere dai cittadini quanto più gettito è possibile: più ha e più spende e più spende e più ha bisogno di avere. E ciò è impensabile.

Il decreto semplificazione non corregge affatto l’errore del sistema italiano che consiste nel moltiplicare gli ingranaggi burocratici, nel suddividere e frazionare le mansioni e le responsabilità, rendendo difficili le cosiddette ‘sintesi amministrative’, senza le quali non si arriva ad una decisione netta, poggiata su una responsabilità personale ed eseguita senza il gioco tipico italico dello scaricabarile. Oggi serve uno Stato che faccia da medico e non da ammalato e l’attuale Governo è impreparato ad affrontare tale sfida. E’ un Governo che ha il peccato originale che proviene dal sinistrismo, che diffuso nel paese crea l’aspettativa delle riforme incantatrici, del benessere e della prosperità repentina senza sacrifici, e trasforma il sinistrismo politico in sinistrismo economico. Un sinistrismo antieconomico e dannoso per tutti i cittadini, siano essi dipendenti o imprenditori”.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie cliccando su "Accetto" permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi