DPCM, Caon: L’incertezza di queste ore dimostra che siamo in mano di chi non ha mai lavorato

“L’incertezza di queste ore lo rende evidente: siamo nelle mani di gente che non ha mai lavorato. Chi ha un’attività si trova nel panico: non sa letteralmente se domani potrà tenere aperto oppure no. Come lo spieghiamo a un pasticcere che non sa se deve infornare o meno le brioche? Come lo spieghiamo a un negoziante che non sa se deve organizzarsi per alzare la serranda o meno? Chi sta prendendo decisioni in questi minuti non è riuscito nemmeno a mettersi d’accordo sui ‘colori’: rosso, verde, giallo o arancione, una confusione mai vista.

Ricordo che la Germania, quando ha previsto misure restrittive, le ha annunciate con quattro giorni d’anticipo. Qui si pretende che tutti eseguano, rimettendoci, nel giro di poche ore. Solo chi non ha mai lavorato può pensare che questo non sia un problema”

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie cliccando su "Accetto" permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi