Dumping fiscale, Baratto: Governo immobile e danni all’Italia per 8 miliardi

“Si tratta di un fenomeno intollerabile perché vi sono paesi che da un lato si dichiarano tutori di ordine e disciplina economica e dall’altro attuano vere e proprie rapine fiscali. I danni da dumping fiscale arrecati al nostro Paese ammontano ad oltre 8 miliardi di euro, ma quel che più preoccupa sono gli impatti sui tassi di crescita del PIL: i paesi che adottano politiche fiscali aggressive hanno tassi di crescita del doppio o triplo rispetto all’Italia. Ogni anno decine di aziende trasferiscono la loro sede legale in quei paesi e con loro se ne vanno risorse e posti di lavoro. Questo fenomeno ci danneggia ancor di più ora, nel pieno di in emergenza economia e sanitaria. Il Governo deve porre il tema come dirimente in seno alle istituzioni europee e giungere finalmente all’armonizzazione della disciplina fiscale nell’UE”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi