Fase 3, Caon: servono riforme, iniziamo da Palazzo Chigi

Commissione parlamentare per uso fondi Recovery Fund. Per progettare il rilancio bisogna iniziare a riformare la Presidenza del Consiglio dei Ministri”.

“La legge che disciplina dell’attività di Governo e ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri risale al 1988, cioè un anno prima della caduta del muro di Berlino. Servono riforme e non riformisti del nulla. Tanto meno i controriformisti perché non è reato pensare ad una Presidenza del Consiglio ancora più efficiente, perché è un presidio delle libertà democratiche nonché un solido deterrente ad ogni tentativo di avventura velleitaria. Ecco perché servono nuove idee e profondi cambiamenti anche dal punto di vista logistico, infrastrutturale ed urbanistico.

L’Italia ha bisogno delle grandi opere. Un paese moderno ne ha bisogno ed è inconcepibile che oggi i cantieri sono fermi perché esiste ma soprattutto resiste la cultura del solo NO che poi cadono puntualmente di fronte alla realtà. Ma intanto si sono persi anni dietro le proteste di gruppi sparuti che non rappresentano nulla. L’Italia ha bisogno di migliorare le leggi ordinarie. Leggi incomprensibili, spesso in contrasto fra di loro rendono incerti i diritti dei cittadini, aumentano a dismisura i poteri dei pubblici funzionari, moltiplicano i processi ed infoltiscono la schiera dei furbetti. Iniziamo la stagione delle riforme da Palazzo Chigi e proseguiamo con l’Istituzione di una Commissione parlamentare per il parere al Governo sulla destinazione del Recovery Fund”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi