Giustizia, Zanettin: Ok addio ‘fine processo mai’, ma alcuni dubbi

“A chi ci chiede un giudizio sulla riforma del processo penale, approvata ieri in consiglio dei Ministri, rispondiamo che e’ certamente un grande risultato quello di aver definitivamente superato il concetto di ‘fine processo mai’ introdotto dall’ex ministro Bonafede. La Ministra Cartabia ha ricollocato il nostro ordinamento nell’alveo del principio costituzionale della ragionevole durata dei processi. Rimangono tuttavia perplessita’, in particolare con riferimento al c.d. doppio binario per i reati contro la pubblica amministrazione, al rispetto delle garanzie per l’imputato, al principio dell’oralita’ del dibattimento e sul mancato recepimento della proposta della Commissione Lattanzi di inappellabilita’ delle sentenze di proscioglimenti da parte del Pm. Su tali punti non riteniamo la questione chiusa e abbiamo intenzione di riaprire il dibattito in commissione ed in aula”.

Lo dichiara in una nota Pierantonio Zanettin, deputato e capogruppo di Forza Italia in commissione Giustizia a Montecitorio.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie cliccando su "Accetto" permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi