Governo, Caon: Si continua a togliere soldi dalle banche tasche degli italiani

“Un Governo davvero schizofrenico. Da una parte c’è il Premier Conte che proroga l’emergenza Covid19, annuncia le riforme strutturali in grado di sburocratizzare un Paese lentocratico e preannuncia l’arrivo di miliardi di euro per far ripartire l’Italia dal Recovery Found, mentre dall’altro nei fatti niente proroga dei versamenti fiscali programmati per il 20 luglio. Gli unici storici sforzi del Governo Conte sono stati quelli di continuare a togliere soldi, anziché metterli nelle tasche degli italiani e quindi non aiutando le aziende a ripartire.

Un Governo che non ha eliminato le normative inutili e costose che danneggiano le imprese e le famiglie italiane. Un Governo che finora non ha fatto nessuno sforzo concreto per riformare il fisco, ridurre le normative obsolete, procedere alla riforma dei Testi Unici in modo da allineare le normative nazionali con quelle regionali. Un Governo che galleggia visto che non intende agire per modernizzare il Paese, e non accelera le revisioni ambientali al fine di completare i progetti di infrastruttura in modo tempestivo ed efficiente. Un Governo che non è riuscito a rendere più competitive le nostre aziende, la produttività e i salari dei lavoratori italiani. Un Governo che non è riuscito attraverso la deregolamentazione ad aiutare le piccole e medie imprese ad investire e ad espandersi, anziché dedicare tempo e denaro agli adempimenti burocratici. Un Governo che non è riuscito neanche ad aumentare la trasparenza dell’Agenzia delle entrate per proteggere gli italiani e le loro piccole imprese dagli abusi amministrativi. Ed è per questo che è urgente l’istituzione di una commissione parlamentare sulla destinazione dei fondi del Recovery Found. Un Esecutivo che si è preoccupato solo di statalizzare le autostrade, sperando che non diventino e non facciano la fine dell’Alitalia.

Insomma, un Governo che ha fatto dell’Italia un deserto economico, spirituale e culturale. Decisamente un’epoca buia quella che sta vivendo il nostro Paese, quando il Premier Conte ha sempre promesso una rifioritura economica, spirituale e culturale”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi