Governo, Toffanin: Turismo tra priorità per ripartenza Italia

“Nell’ultimo anno il turismo è stato fortemente penalizzato dall’emergenza sanitaria. I dati purtroppo sono inesorabili: – 60% di presenze di visitatori stranieri solo nel periodo luglio-settembre e dicembre 2020 rispetto al 2019. In media nel 2020 il turismo ha subito un calo del 50% . Troppo per un settore che prima della pandemia significava il 14% del Pil (il 10% in Veneto, la prima regione turistica in Italia).

Per questo è molto importante il segnale che il presidente Draghi ha voluto dare a sostegno del turismo, creando un ministero dedicato e sganciandosi dalle scelte dei governi precedenti, che inopportunamente l’avevano prima inglobato nel dicastero intitolato all’agricoltura, poi a quello della cultura. Oggi vi sono le prerogative per ripartire e le parole di Draghi ci rassicurano, perché implicano una visione del futuro che va oltre l’immediato. Ora le regioni e i comuni necessitano di un coordinamento preciso e di decisioni opportune e ferme, che siano politiche e di responsabilità – pur sempre sulla base dei dati del CTS – affinché gli imprenditori possano riprendere in mano le loro attività. Luoghi meravigliosi del Veneto come Cortina d’Ampezzo e Venezia, che attraggono turisti da tutto il mondo, hanno bisogno di essere ristorati e di poter riprendere l’attività.

E’ necessario metterci al lavoro per valorizzare il territorio e riattivare i tesori preziosi del nostro Paese, in maniera ordinata e studiata in funzione delle misure di contenimento.

Ciò significa per l’immediato pianificare sin da subito e realizzare non appena possibile in maniera coordinata le azioni per rendere fattibile il riavvio della stagione turistica, e per il medio e lungo termine prevedere un capitolo dedicato al turismo nel Recovery Plan, con un approfondimento maggiore rispetto a quanto fatto dal governo uscente. Adesso la parola d’ordine è ripartenza”.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie cliccando su "Accetto" permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi