Manovra, Brunetta: La clausola di salvaguardia è arrivata, Conte II fotocopia del Conte I

“Ancora una volta, purtroppo, abbiamo avuto ragione. Ricordate? Subito dopo aver letto la Nadef e il conseguente Dpb della Legge di Bilancio inviata dal Governo giallo-rosso alla Commissione Europea, avevamo segnalato 4 errori da matita blu che l’intera manovra conteneva. Il quarto errore, testualmente, recitava così: ‘Il gettito proveniente dalla lotta all’evasione fiscale è completamente incerto ed aleatorio e, soprattutto, poco credibile. Semmai la Commissione Europea dovesse accettare queste coperture alla manovra, richiederebbe al Governo di inserire una nuova clausola di salvaguardia sul deficit, da far scattare il prossimo anno. Si arriva così alla ridicola situazione di mettere una clausola di salvaguardia su una clausola di salvaguardia (quella sull’Iva), che ha il solo obiettivo di posticipare di un altro anno l’aggiustamento dei conti richiesto da Bruxelles’. Avevamo ragione.

Detto, fatto. La paradossale ipotesi di inserire una nuova clausola di salvaguardia è dunque arrivata.

Ieri, infatti, il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, nella sua lettera di risposta alle osservazioni inviate dalla Commissione Europea sulla finanziaria, ha dovuto ammettere che l’Italia introdurrà nel testo della Legge una clausola di salvaguardia salva deficit che consiste nel congelamento ‘temporaneo’ delle spese, in attesa di verificare i risparmi attesi da Quota 100 anche per il triennio 2020-2022. Esattamente quello che avevamo scritto e temuto ed esattamente come aveva fatto l’ex ministro dell’economia Giovanni Tria l’anno scorso. Anche per questo motivo, si può dire pacificamente che il Governo Conte 2 è l’esatta fotocopia del Governo Conte 1. Agisce con la stessa impostazione della manovra, quella ‘tassa e spendi’ tipica dei Governi della sinistra, e agisce con le stesse modalità, facendo deficit che poi dovrà pagare qualcun altro nelle manovre successive”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi