Pasqua, Bond: Chiusure sono danno all’agricoltura e al made in Italy

“Tenere chiusi in tutta Italia, senza possibilita’ di servizio al tavolo, i 360mila bar, ristoranti, pizzerie ed agriturismi per le prossime due settimane equivale a distruggere il sistema.

Le stime di Coldiretti sono impressionanti: 3,2 miliardi di euro di perdite per il lockdown di tutti i servizi di ristorazione fino a dopo le feste di Pasqua e Pasquetta. Ma le perdite significative legate anche al vino e ai prodotti non venduti incideranno non solo sul comparto ristorazione, ma su tutto l’agroalimentare made in Italy, comprese le attivita’ agricole, con i lavori di preparazione dei terreni, la semina e la raccolta delle primizie da portare in tavola. E i ristori? Sono solo un’inerzia rispetto al danno che subiranno le decine di migliaia di agricoltori, allevatori, pescatori, viticoltori e casari, oltre ai ristoratori. A maggior ragione se si considera che nel decreto sostegni non c’e’ nemmeno un centesimo per i precari dell’agricoltura, nonostante un crollo del lavoro nei campi che nel 2020 ha toccato i tre milioni di giornate”.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie cliccando su "Accetto" permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi