Pil, Brunetta: Dati macro danno economia sempre più giù

“I dati macroeconomici descrivono una economia italiana sempre più in crisi. Dopo i dati sulla produzione industriale di agosto, che hanno segnato un calo a doppia cifra su base annuale, ieri si è registrato anche un forte calo dell’export e un forte aumento del ricorso alla cassa integrazione, soprattutto quella straordinaria, delle imprese. Segnali inequivocabili di una economia in panne, che risente fortemente del calo della domanda interna ed esterna, causata dalla recessione tedesca, dalla Brexit e dalla guerra dei dazi. Tant’è che la banca olandese ABN Amro, pubblicando le sue previsioni di crescita per i principali paesi, ha rivisto al ribasso la crescita del Pil italiano addirittura a -0,1% per quest’anno e a 0,0% per il prossimo.

Un disastro. Non solo. I rapporti deficit/Pil previsti per questi due anni sono stati stimati, rispettivamente, del 3,0% e del 3,2%, oltre la soglia fissata dal trattato di Maastricht. Avanti così e tra un po’ si tornerà a parlare di spread e ristrutturazione del debito italiano”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi