Reddito di cittadinanza, Marin: Numeri impietosi che affossano l’assistenzialismo

“Oggi Confapi Padova ricorda a tutti il fallimento rappresentato dal reddito di cittadinanza. Solo l’1,17% del totale di coloro che usufruiscono di questa forma di sussidio ha trovato lavoro.

Questi numeri dicono chiaramente che stiamo parlando di una forma di assistenzialismo cronico. L’esatto contrario di quello che serve al nostro Paese. Per essere chiari chi è in difficoltà va aiutato ma per portarlo all’autonomia personale. Non certo per farlo dipendere da un sussidio dello Stato. Per ottenere questo andavano abbassate le tasse sul lavoro e fatti investimenti. Ma il governo delle quattro sinistre invece ha scelto l’assistenzialismo, lo statalismo e il centralismo. Per stare ai numeri: nel triennio 2020-2022 lo Stato spenderà circa 26 miliardi per il reddito di cittadinanza a fronte di 9,7 miliardi per le politiche attive del lavoro. Una follia. Il mondo che va alla rovescia. Insomma il governo delle quattro sinistre alimenta il circolo vizioso dell’assistenzialismo che invece di guardare allo sviluppo rende tutti gli Italiani piu’ poveri. E soprattutto dipendenti dal sussidio statale. Non è questa l’Italia che vogliamo e di cui gli Italiani hanno bisogno per affrontare le sfide del futuro”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi